Seleziona una pagina

MINIMUM STIMULUS: Principi e Applicazioni in Posturologia e Terapia Manuale (webinar)

MINIMUM STIMULUS:

Principi e Applicazioni in Posturologia e Terapia Manuale

con Dott. Paolo Zavarella 

In Partnership con la Scuola di Posturologia di Sofia (Bulgaria) – Associazione Bulgara di Posturologia BAP

QUANDO
Mercoledi 6 marzo 2024
dalle ore 19:00 alle 21:00

DOVE
WEBINAR (il LINK sottostante sarà attivo solo alla data sopra riportata: 6 marzo ore 19:00)
https://eduweb.biz/bap-event
ID riunione: 862 7194 6245
Passcode: 681720

PARTECIPAZIONE GRATUITA
E’ richiesta Prenotazione (vedi in fondo alla pagina)
La partecipazione vale Credito di 2 ore per Studenti EDUCAM

MINIMUM STIMULUS:

Principi e Applicazioni in Posturologia e Terapia Manuale

con Dott. Paolo Zavarella 

DESCRIZIONE DELL’EVENTO

La Fisica ha dimostrato che la relazione tra lo Stimolo ricevuto e la conseguente risposta (anche se si tratta di un organismo vivente) non evolve sempre in maniera lineare: maggiore lo stimolo = maggiore la risposta.

Ma, al contrario, tutte le terapie convenzionali si fondano sull’idea che la risposta sia sempre direttamente proporzionale allo stimolo ricevuto. Ad esempio, l’azione dei campi elettromagnetici sugli organismi viventi è considerata “trascurabile” quando l’intensità di questi campi è al di sotto di certi “livelli minimi”. Ma, la ricerca scientifica non ha mai in effetti potuto stabilire il “livello minimo” al di sotto del quale si può garantire che non ci sono effetti…

Chiunque lavori sul corpo è portato, prima o poi, ad applicare la prassi di “darci dentro”, cioè di costringere il corpo, in particolare il suo apparato muscolare, ad un duro lavoro, considerato “conditio sine qua non” per ottenere un risultato.

Esistono, al contrario, nella storia delle terapie, importanti tendenze che attribuiscono un ruolo decisivo, per la riorganizzazione di un organismo, a stimoli lievissimi, laddove stimoli molto maggiori hanno un’importanza minore o nulla.

Citiamo ad esempio la “Terapia del Tocco a Farfalla” elaborata da Eva Reich, o l’approccio della “Biodinamica” nata alla fine dell’ottocento dalla intuizione dei medici osteopati Still, Sutherland e Rollin Becker. Ancora l’Omeopatia, l’approccio terapeutico delle Microdosi, i Fiori di Bach…

Nonostante l’apparenza “eretica” di queste tendenze esse si trovano più in accordo con i pilastri della fisiologia classica e della fisica attuale di quanto non siano le tendenze più diffuse della medicina convenzionale.

In effetti intorno alla metà dell’ottocento la fisiologia classica fu in grado di stabilire una relazione universale, valida per tutte le specie viventi, sia animali che vegetali, tra stimolo e risposta. Si tratta della legge di Weber e Fechner la quale stabilisce la proporzionalità della risposta, non allo stimolo ma al logaritmo dello stimolo. Riportiamo in figura il grafico della funzione log S/So.

Chiamiando R l’entità della risposta, S l’entità dello stimolo e C una costante di proporzionalità si ha R=C logS/So dove So è un valore particolare dello stimolo per cui la risposta è nulla.

Fig. 1 Grafico della funzione logaritmo

Il grafico riportato in figura ci mostra che quando S è maggiore di S0 la risposta è positiva, cioè rivolta verso l’esterno. L’entità della risposta cresce molto più lentamente dell’entità dello stimolo, cosa molto utile per la protezione dell’organismo da stimoli troppo grandi.

Tuttavia è stupefacente il risultato dell’esame di ciò che accade quando lo stimolo S è più piccolo dello stimolo soglia So, per il quale si ha risposta nulla. Quando lo stimolo è minore di So l’entità della risposta cresce al diminuire di S, ma acquista il segno negativo, cioè è una risposta non rivolta verso l’esterno, ma verso l’interno; in altre parole l’organismo agisce su se stesso, si ristruttura, si riorganizza, tanto più quanto minore è l’entità dello stimolo.

Ecco dunque una base razionale per la formulazione del Principio del Minimo Stimolo:

quanto minore è lo stimolo, tanto maggiore è la potenzialità dell’organismo di riformarsi e riorganizzarsi

E questo è appunto il fine di ogni terapia. Durante il Corso Webinar cercheremo di capire come si può applicare il Principio del Minimo Stimolo all’indagine Posturologica e alla Terapia Manuale, in particolare nel concetti di “Interrogazione”, “Perturbazione” e “Rimodulazione”.

PRENOTA LA TUA PRESENZA INVIANDO UN MESSAGGIO WHATSAPP INDICANDO IL TUO NOME E LA SCUOLA (se sei Studente EDUCAM)

Prenotati qui

8 + 9 =

 

RECENSIONI & COMMENTI

Recensioni

Recensisci per primo “MINIMUM STIMULUS: Principi e Applicazioni in Posturologia e Terapia Manuale (webinar)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *